Una task-force di funzionari e tecnici della Presidenza del Consiglio da martedì sarà a Lampedusa per lavorare assieme al comune sulla
progettazione per le opere che saranno finanziate con i 20 milioni di euro già deliberati dal Cipe.

E’ quanto emerso durante il sopralluogo del vice governatore della Sicilia, Mariella Lo Bello, nelle scuole di Lampedusa nell’ambito delle due giornate che la Regione siciliana ha organizzato sull’isola per la Festa d’Europa e per presentare il progetto “Talenti d’Europa’ rivolto
agli studenti delle scuole medie superiori della Sicilia.

“La Regione – ha detto Lo Bello – darà il massimo supporto alla task-force della Presidenza, i fondi del Cipe sono una grande opportunità per Lampedusa”. I 20 milioni di euro sono cosi ripartiti: 7,9 mln per la riqualificazione urbana, 5,8 mln per la rete idrica e fognaria, 5,7 mln per l’ammodernamento delle scuole e 550 mila euro per l’assistenza tecnica.

“Da settimane collaboriamo con la Presidenza del Consiglio – ha aggiunto l’assessore comunale Antonella Brischetto – Daremo massima assistenza alla task-force”.

“Più che la Festa dell’Europa, oggi dobbiamo festeggiare la morte di Lampedusa – ha però detto il presidente dell’associazione imprenditori di dell’isola, Salvatore Cappello, che in occasione della Festa dell’Europa, celebrata sulla maggiore delle Pelagie, ha incontrato proprio il
vicepresidente della Regione Siciliana, Mariella Lo Bello.”Il turismo è in tilt – ha aggiunto -. Siamo in una situazione disastrosa, col 50% di turismo in meno e senza aiuti dal Comune, nè dalla Regione né dallo Stato. Per ovviare a questa crisi abbiamo chiesto il portofranco extradoganale, ma sono sordi a questa richiesta, abbiamo chiesto che si levino le tasse comunali finchè il fenomeno immigrazione non cessa, sono queste le cose che chiediamo per risollevarci un po’. Altrimenti da qui a un anno saremo tutti falliti”.