Il futuro di Catania, tra sviluppo lavoro e beni culturali. E’ questo il tema della tavola rotonda che si terrà domani pomeriggio, 9 ottobre, nell’auditorium del Monastero dei Benedettini, a conclusione dei lavori della dodicesima conferenza dell’Osservatorio internazionale sullo sviluppo locale “Pascal” (Place Management, Social Capital and Learning Region), inaugurata mercoledì scorso nell’aula magna del Palazzo centrale dell’Università di Catania.

Si confronteranno sulle problematiche della città etnea il sindaco di Catania Enzo Bianco, il vicepresidente di Confindustria Ivan Lo Bello, l’ex assessore regionale ai Beni culturali Maria Rita Sgarlata, l’attuale assessore al Lavoro e alla Famiglia Bruno Caruso e il direttore generale del Coordinamento dei Comuni Unesco Sicilia, Paolo Patanè, introdotti dal direttore del dipartimento di Scienze umanistiche dell’Università Giancarlo Magnano San Lio.

Seguirà la conferenza su “Città al tempo della crisi”, tenuta dal presidente dell’Osservatorio Pascal Josef Konvitz e un dibattito sull’educazione e l’apprendimento permanente in relazione alla rigenerazione sostenibile delle regioni.

Conoscenza, politica e occupazione, salute, sicurezza alimentare, ma anche temi quali migrazioni, culture e cambiamento climatico sono stati centrali nell’edizione catanese Pascal 2015 (la prossima si terrà l’anno venturo a Glasgow, in Scozia), che ha cercato di mettere in evidenza, in particolare, i modi in cui le città possono “connettersi” alle Università per far fronte alle sfide sociali poste da queste “frontiere strategiche”.

All’osservatorio Pascal aderiscono infatti esponenti del mondo accademico, amministratori locali, esperti e associazioni impegnate nello sviluppo del territorio e nell’educazione di comunità che, nel corso della conferenza ospitata dall’Ateneo, hanno messo in risalto gli aspetti legati alla creazione e la difesa del lavoro per le regioni, alla sfida della migrazione e delle società multiculturali, all’impegno dell’università verso le comunità e allo sviluppo di città sostenibili e del benessere.