“Dovrebbe fare la fine di Kennedy”, il presidente americano ucciso nel ’63: così alcuni mafiosi arrestati dai carabinieri pensavano di colpire il ministro dell’Interno Alfano, responsabile dell’inasprimento del 41bis.

La circostanza emerge da un’intercettazione effettuata nell’inchiesta dell’Arma sul mandamento mafioso di Corleone che oggi ha portato a sei fermi di capi e gregari nel mandamento di Corleone.

La minaccia arriverebbe dallo stesso Totò Riina furioso per l’inasprimento del carcere duro. Lo hanno registrato i carabinieri in carcere.