Continua a prendere quota il boeing 747 rosanero. Il Palermo non si ferma neanche davanti al Brescia e supera le rondinelle con un secco 2-0. Le reti tutte argentine del duo Vazquez-Dybala che fanno ballare il tango agli avversari. Numeri impressionanti per la compagine di Iachini che con questa vittoria si porta a +9 dalla seconda posizione.

Iachini si affida alla formazione che ha trionfato a Castellammare di Stabia. con l’unica eccezione di Vitiello che rileva lo squalificato Andelkovic nella linea difensiva.

Il Palermo è subito padrone del campo, al 5′ una occasione ghiotta dei rosa con Terzi che prova a colpire in tuffo uno splendido cross di Lazaar ma non trova l’impatto con il pallone.
Vazquez e Dybala salgono in cattedra e incominciano a incantare i tifosi mettendo in crisi gli avversari. Al 19′ arriva il gol: perfetto cross dalla destra di Dybala e per Vazquez è un gioca da ragazzi mettere in rete di testa.
Vazquez ha una calamita nei piedi e si destreggia bene con la palla: al 35′ “El Mudo” viene liberato al tiro da una splendida azione orchestrata da Dybala e Bolzoni, ma il sinistro viene respinto da Freddi. Nel finale di tempo occasione per Dybala ma l’argentino si allunga troppo la sfera.

Nella ripresa la Joya rosanero si riscatta subito e servito da Vazquez mette a segno la rete del 2-0. Nulla da fare per Cragno.

Al 22′ è invece Dybala a servire centralmente Stevanovic, ma l’esterno non riesce a concludere. Il Brescia calcia per la prima volta in porta solo al 31′, con un destro da posizione defilata di Valotti respinto da Sorrentino.

Iachini inserisce Lafferty che subito serve il “Mudo” che però sbaglia da una posizione favorevole colpendo in pieno Cragno. Nel finale il Brescia ci prova anche da calcio piazzato, ma sulla precisa punizione di Coletti Sorrentino risponde presente.

Nel finale nessun pericolo per la porta rosanero e Barreto e compagni ottengono la terza vittoria di fila con una prova da incorniciare.