Il Palermo perde in casa contro l’Empoli di Giampaolo per 0-1. La squadra di Iachini si arrende agli organizzati toscani che espugnano il Barbera con un gol di Riccardo Saponara.

Troppo lenta la manovra del Palermo, che non trova sbocchi contro la solida retroguardia guidata da Tonelli. Il Barbera non è più la roccaforte dei vecchi tempi e dopo i due ko interni con Roma e Sassuolo arriva anche la terza sconfitta. La vittoria in casa manca dalla prima giornata disputata contro il Genoa.

Quella con i toscani  è una debacle che pesa visto che arriva contro una diretta concorrente per la salvezza. Preoccupante il gioco espresso dalla squadra di Iachini che non trova sbocchi in avanti. La regia di Brugman è precisa ma prevedibile, mentre in avanti Gilardino spreca nitide occasioni gol . Vazquez prova ad accendere la luce in una serata opaca per Sorrentino e compagni e le azioni pericolose latitano. E’ bravo invece l’estremo difensore rosanero che si distingue per un paio di interventi che evitano un pesante passivo.

Nella ripresa Gilardino illude i tifosi con una bella azione, ma il suo tiro si stampa sulla traversa. E’ precisa invece  la magia di Saponara che segna con una punizione che passa sotto la barriera. Iachini perde la calma e viene espulso.

Il Palermo prova a reagire ma Vazquez chiude troppo un diagonale dopo un passaggio di Trajkovski. Poi ci provano Rigoni e lo stesso macedone, ma Skorupski è bravo a parare due tiri ravvicinati dei rosanero. A nulla servono i cinque minuti di recupero concessi dall’arbitro Di Bello e dopo un forcing pressante, ma inconcludente, i rosa rimediano la seconda sconfitta di fila dopo quella di Napoli e restano a quota 11 in classifica. L’Appuntamento per il riscatto è fissato per domenica pomeriggio, quando al Barbera arriverà il Chievo di Maran, altra squadra concorrente per la salvezza.