Pari spettacolare al Barbera tra Palermo e Torino. Positiva la prestazione della squadra di Iachini che ha affrontato a viso aperto i granata di Ventura con il match che è terminato per 2-2. Apre le danze una rete di Vitiello. I granata trovano poi il pari grazie a Bruno Peres. Poi è Rigoni a siglare il momentaneo vantaggio dei padroni di casa, fino al pari definitivo di Maxi Lopez nella ripresa. Genorosi gli undici rosanero che in virtù di questo risultato salgono a quota 42.

Iachini si affida al solito 3-5-2 con Vazquez e Dybala in avanti. Torino con modulo speculare con Bruno Peres e Molinaro sulle fasce.

Cronaca. Palermo che passa in vantaggio al 10′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Andelkovic spizza per Vitiello che mette dentro da due passi. Il vantaggio dei rosanero dura solo un paio di minuti perchè nel capovolgimento di fronte su una svirgolata di Quagliarella, interviene Bruno Peres che beffa Sorrentino. Al 22′ il Toro prova a passare in vantaggio: è Martinez a impegnare Sorrentino con un destro centrale. I rosanero giocano bene e i terzini spingono bene sulle fasce, su un affondo di Lazaar la squadra di Iachini trova di nuovo il vantaggio con un inserimento vincente di Rigoni che castiga Padelli.

La ripresa inizia con gli stessi ritmi del primo tempo, ma Ventura vuole trovare il pareggio e indovina il cambio giusto, fuori uno spento Martinez, dentro un fischiato Maxi Lopez che trova subito il gol del 2-2 scattando sul filo del fuorigioco.

La risposta del Palermo non tarda ad arrivare e al 70′ dopo l’ingresso del Gallo Belotti, subito incisivo, Dybala sfiora la rete in scivolata, ma la sfera termina di poco a lato. Maxi Lopez questa sera è in forma e risponde dopo pochi minuti con un tiro potente impegnando Sorrentino. Partita senza sosta, con le due squadre che non si risparmiano e attaccano da una parte e dall’altra. All’ 87′ rete annullata a Maxi Lopez per fallo su Vitiello. Sul capovolgimento di fronte ci prova Belotti, ma Padelli è attento.Nell’assalto finale rosanero ci prova anche Rispoli, ma l’ex terzino del Parma ha poco fortuna. Dopo i quattro minuti di recupero il match termina con uno spettacolare 2-2.