Il Palermo pareggia al Barbera contro l’Empoli di Sarri. Il match tra le due rivelazioni del campionato termina a reti  bianche. Poco cinici in avanti Dybala e Vazquez, non concretizzano le occasioni da gol create. Brava la difesa di Sarri a non commettere sbavature impedendo alla squadra di casa di segnare, un evento raro, verificatosi solo in occasione del match di andata con la Lazio terminato per 0-4. Organizzata e atleticamente in forma la squadra Toscana mette in costante apprensione Gonzalez e compagni, con ripartenze veloci e un tiki taka preciso da squadra spagnola.

Iachini non segue i consigli del patron Zamparini che chiedeva una retroguardia a quattro e si affida al solito 3-5-2 con un inedito centrocampo composto da Chochev, Jajalo e Rigoni. Palermo pericoloso al 1′ con Dybala bravo a smarcarsi in area e a liberare un destro che termina di poco fuori. Un minuto dopo ancora l’argentino sbaglia a pochi metri dalla porta . Intorno al 10′ rosanero vicinissimi al vantaggio sempre con i due argentini scatenati sotto porta. È pericolosissimo un tiro di Vazquez che si stampa sulla traversa a portiere battuto. empoli pericoloso al 30′ con l’ex Maccarone che a tu per tu con Sorrentino si fa ipnotizzare.  Morganella esce per infortunio al suo posto Rispoli.

Nella ripresa i rosanero provano a costruire il gioco, ma l’ Empoli è un avversario ostico e ribatte colpo su colpo. Anzi intorno al 60′ è proprio la squadra di Sarri a prendere  in mano il pallino del gioco e a farsi vedere pericolosamente dalle parti di Sorrentino. Iachini passa alla difesa a quattro inserendo Belotti  al posto di Rispoli e spostando Vitiello sulla fascia destra. Il cambio non sortisce l’effetto sperato, anche se negli ultimi cinque minuti sono due le palle nitide capitate nei piedi di Dybala, ma la Joya non riesce a concretizzare. Il match termina con il risultato di 0-0 con la squadra di Iachini che muove la classifica salendo a quota 34 punti in compagnia del Milan.