Il Palermo ritrova di nuovo la vittoria in casa dopo il successo esterno di Udine. Questa volta al Barbera cade il Genoa di Gasperini sotto i colpi del bulgaro Chochev, oggi a segno con una doppietta. A nulla è valsa la rete degli ospiti con Iago Falque così come l’assalto finale delle cinque punte mandate in campo dal tecnico rossoblù . Ottima la prova della squadra di Iachini, che non commette errori in difesa e riparte veloce con la classe e le giocate dei soliti Dybala e Vazquez che oggi si sono ritrovati anche un arma in più: il bulgaro Chochev, sorpresa di questo finale di stagione che non sta facendo rimpiangere l’assenza dell’ex capitano Edgard Barreto.

Il Palermo parte subito forte con Dybala che per poco non intercetta un rinvio di Lamanna. Al 9′ rosanero in vantaggio grazie a Chochev che mette dentro una respinta di Lamanna dopo un diagonale di Rispoli. Il Genoa prova a reagire, ma è sempre il Palermo a rendersi pericoloso dalle parti di Lamanna prima con Dybala e poi con Vazquez. Al 30′ arriva il gol del raddoppio grazie ad un filtrante di Rigoni che pesca in profondità Dybala, l’argentino mette in mezzo per Chochev che non sbaglia siglando il 2-0. Prima doppietta personale per il bulgaro in serie A. Intorno al 40′ il 18 rosanero potrebbe addirittura fare il tris, ma un eccesso di generosità fa sfumare l’azione con Dybala che non inquadra la porta.

Nella ripresa gli uomini di Gasperini entrano più determinati e trovano subito il gol che da morale con Iago Falque bravo a scattare sulla linea del fuorigioco e a trafiggere un incolpevole Sorrentino.

Il Palermo reagisce al 64′ dopo una bella azione di Vazquez:  la sfera termina a Dybala che calcia violentemente contro la traversa, sulla ribattuta arriva, Lazaar ma il marocchino non inquadra lo specchio della porta.  Girandola di cambi intorno al 70′ . Gasperini inserisce Lestienne, Iachini invece manda in campo il gallo Belotti al posto del man of the match Ivagol Chochev. Al 78′ Dybala lanciato in area viene steso da De Maio che viene ammonito. Gasperini inserisce anche la quarta punta per cercare il gol del pari, entra infatti Pavoletti. I rossoblù aumentano la pressione ed è Lestienne a far impazzire la retroguardia rosanero, con il suo tiro che però, termina alto. Nei tre minuti di recupero la difesa tiene bene e il Palermo porta a casa la vittoria, salendo a quota 41 in classifica.