Non c’è storia nel match tra Napoli e Palermo valido per la decima giornata di serie A. I partenopei si aggiudicano l’incontro al “San Paolo” con un netto 2-0. Sta stretto il risultato agli uomini di Sarri che gestiscono il match per 90 minuti colpendo anche tre pali.

Il Palermo fa quel che può e prova a contenere una squadra nettamente superiore in tutti reparti. La manovra offensiva di Vazquez e compagni è lenta e imprecisa: Reina è uno spettatore non pagante. Per il povero Gilardino, solo un colpo di testa verso lo specchio in novanta minuti, sugli sviluppi di un corner. La retroguardia di Gonzalez e compagni è presa d’assalto, con il solito Sorrentino, che si distingue per diversi interventi positivi su un super Higuain.

Il Pipita sblocca il match con una rasoiata potente che si insacca all’angolino. In palla anche Insigne, solo un legno gli nega la gioia del gol.

Nella ripresa è Mertens a raddoppiare dopo aver preso anche un palo. Ottimi i cambi di Sarri che inserisce il belga e uno straripante Allan, prezioso per rubare palla, ma anche per le ripartenze.

Iachini fa esordire Brugman e lancia Quaison, ma il Napoli è troppo forte per i rosanero. Finisce 2-0, con i siciliani che avranno l’occasione di ripartire lunedì sera con una pari grado: al Barbera arriverà infatti l’Empoli di Gampaolo.