Il Palermo torna alla vittoria allo stadio Dall’Ara di Bologna e nel lunch match domenicale contro l’illustre ex Delio Rossi, interrompe il digiuno di vittorie.

Basta solo un gol al Palermo per portare a casa la vittoria. La rete la sigla Franco Vazquez al suo primo squillo stagionale dopo una bella azione tra Lazaar e Hiljemark con lo svedese che serve un assist perfetto al Mudo.

Iachini si riaffida al collaudato 3-5-2 sinonimo di garanzia. Giocano bene infatti i rosanero tutti i 90′ minuti soffrendo solo all’inizio. I difensori rosanero, Gonzalez, Andelkovic e Struna oggi vincono tutti i duelli individuali e per gli attaccanti rossoblù è notte fonda.

Insuperabile Stefano Sorrentino, l’ estremo baluardo della difesa siciliana non concede nulla agli avversarsi, neutralizzando con reattività e precisione tutti i tiri offensivi indirizzati nello specchio della porta.

Finalmente si rivede anche il gioco sugli esterni, e sia Lazaar che Rispoli arrivano spesso sul fondo crossando numerose volte per Gilardino che di testa si rende pericoloso, scheggiando anche una traversa.

Un’altra piacevole sorpresa è quella di Enzo Maresca, l’esperto regista rosanero, infatti detta alla pefezione i tempi di gioco, velocizzando o rallentando la manovra a seconda della situazione tattica.

Per Vazquez è un gioco da ragazzi tenere a bada i giovani avversari e dopo il gol siglato con una glaciale freddezza da due metri, tenta anche di mandare in gol “il violinista” nel finale, ma il campione del mondo si fa ipnotizzare clamorosamente da Gastaldello.

Nel finale la difesa rosa regge e i tre punti sono in cassaforte con Sorrentino e compagni che salgono a quota 10 e tornano al successo dopo quattro sconfitte di fila.