“La nostra situazione finanziaria e’ drammatica, occorrono scelte che rimettano in sesto le cose e che tutti facciano la propria parte”. Lo ha detto il tesoriere del Pd siciliano, Salvatore Alessandro, nel corso del suo intervento alla Direzione regionale, a Palermo.

“Dal 16 giugno 2014 tredici dipendenti del partito dell’Isola – ha spiegato – otto amministrativi, due giornalisti, due autisti e un addetto alle pulizie – sono in cassa integrazione e occorre decidere il da farsi in fretta, perché il prossimo 15 giugno scadrà l’ammortizzatore sociale.

Ci sono deputati – ha incalzato – che non pagano le loro quote al partito da molto tempo, adducendo le scuse piu’ varie. Ora basta, pubblichero’ i loro nomi. Ho scritto anche agli assessori, ma non hanno risposto…”.

A causa del bilancio disastrato il voto è stato rinviato. A conclusione dei lavori la direzione del Pd ha dato mandato pieno al segretario Fausto Raciti di gestire l’allargamento del partito in Sicilia.