Contro i rifiuti nella discarica di ‘Valanghe d’inverno’ la protesta continua. Il sindaco di Misterbianco Nino Di Guardo e i Comitati civici di Misterbianco e di Motta Sant’Anastasia sono scesi nuovamente in piazza contro la decisione della Regione Siciliana di fare scaricare nel sito Valanghe d’Inverno i rifiuti del messinese dopo la chiusura della discarica di Mazzarrà Sant’Andrea.

Sabato mattina i rappresentanti dei Comitati ‘No Discarica’ delle due comunità si sono dati appuntamento davanti l’ingresso dell’impianto di smaltimento a Motta Sant’Anastasia con un sit in di protesta.

Ieri pomeriggio, a Misterbianco, il primo cittadino Nino di Guardo dal palco di piazza Mazzini ha ribadito il ‘no’ dell’amministrazione comunale alla discarica di contrada Tiritì.

“Non siamo rassegnati e non ci rassegneremo – ha detto il sindaco Di Guardo – perché chiediamo nella legalità il rispetto di 70 mila cittadini. Siamo pazienti ma anche vigili perché il presidente Crocetta deve sapere che non possiamo essere ancora la pattumiera della Sicilia.”

Oggi, il sindaco Di Guardo sarà a Palermo alla conferenza dei servizi indetta dall’assessorato all’Energia per esprimere il parere sul progetto di bonifica e successiva chiusura dell’impianto di Valanghe d’Inverno.

“Desideriamo interloquire con il presidente Crocetta – ha detto Di Guardo – perché deve sapere che queste comunità non cederanno mai davanti ad un simile sopruso. Che mandino pure i rifiuti all’estero con il treno, costano anche meno e faranno risparmiare i cittadini”.