E’ stato inaugurato stamani il centro polifunzionale per immigrati regolari del libero Consorzio Comunale di Enna che ospita anche la Commissione prefettizia per il riconoscimento della protezione internazionale. Il progetto dal titolo “dall’omologazione all’integrazione culturale” e’ stato finanziato con il Pon sicurezza 2007/2013.

Il centro aperto in via Orfanatrofio, a pochi passi dal Duomo, nei locali dell’ex Coreco, fornira’ assistenza sanitaria, legale, burocratica nel disbrigo pratiche fornendo anche informazioni sul mondo del lavoro. E sempre lo stesso stabile accogliera’ la commissione per il riconoscimento della protezione internazionale, la quarta in Sicilia dopo Trapani, Catania e Siracusa.

“Questo significa una velocizzazione delle pratiche che adesso richiedono un’attesa di oltre un anno”, ha detto il prefetto Fernando Guida, che ha annunziato che qualche giorno fa ha ricevuto il decreto che stabilisce la composizione della commissione che iniziera’ ad operare da subito. Presente all’inaugurazione anche il prefetto capo dipartimento delle liberta’ civili e dell’Immigrazione del Ministero dell’interno, Mario Morcone.

“Cancelliamo un’ipocrisia – ha detto – l’accoglienza degli immigrati e’ impresa sociale con reddito. Tra i nostri progetti c’e’ quello di intercettare le rotte verso la Libia e creare gia’ li’ un filtro tra chi ha le carte in regola per richiedere lo status di rifugiato“. Morconi ha poi ricordato che e’ necessario chiamare tutti i 28 paesi dell’Europa all’assunzione di responsabilita’ che oggi e’ solo di pochi.