“Sono contrario a qualunque ipotesi di ‘recupero’ dei mancati incassi di Imu e Tasi attraverso l’aumento della tassa di soggiorno per i turisti”. Lo dice Anthony Barbagallo, assessore regionale al Turismo della Regione Siciliana.

“Credo anzi sia necessario andare nella direzione opposta – aggiunge Barbagallo – cioè essere ancora più rigidi nel vincolare la tassa di soggiorno, che è comunque di competenza comunale, all’incremento di servizi in grado di migliorare la qualità e l’assistenza a tutte le fasce di turisti”.

“Stiamo mettendo in campo il massimo sforzo – aggiunge Barbagallo – per valorizzare le straordinarie opportunità turistiche della Sicilia e per fare in modo che questo settore possa finalmente essere il volano per la ripresa economica, sociale e culturale dell’isola. Un aumento della tassa di soggiorno rischierebbe di tramutarsi in un ostacolo all’incremento turistico”.