“Le nomine fatte dal Presidente della Regione non hanno tenuto in alcuna considerazione le valutazioni dei manager fatte scrupolosamente dalla Commissione sanità. al contrario manager valutati con quotazioni ottime sono stati esclusi, altri con valutazioni peggiori sono stati riconfermati”.

Lo dice il Presidente della Commissione salute dell’Assemblea Regione siciliana Pippo Digiacomo che sta valutando l’accaduto: “Il tema mi è stato posto da numerosi componenti della Commissione e non posso che prenderne atto. Non so cosa la commissione possa fare se non un documento di natura politica”.

“In pratica – ricorda Digiacomo – in tempi non sospetti era stata effettuata una valutazione da una commissione autonoma prendendo in esame 54 indicatori per la valutazione delle performance dei manager. la valutazione era stata fatta in modo assolutamente impersonale, sui risultati raggiunti da ciascun amministratore. I dati furono presentati alla stampa e la Commissione predispose una risoluzione che impegnava il governo a tener conto di queste valutazioni. Fu lo stesso governo ad accogliere la risoluzione”.

“Oggi – conclude Digiacomo – possiamo solo prendere atto che, invece, di quella valutazione non si è tenuto conto. La Commissione si riunirà per discutere di questo evento ma proprio non so cosa ciò possa comportare”.

Probabilmente dalla Commissione salute uscirà un documento politico senza effetti giuridici. a dover dare il via libera alle nomine, invece, sarà la I commissione Affari istituzionali presieduta da un altro deputato Pd, Antonello Cracolici