Viene trovato in possesso di 4 grammi di eroina e finisce in carcere. E’ accaduto a Licata (Agrigento) dove i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Licata, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti e psicotrope, hanno fermato Rosario Restivo di 37 anni, di Porto Empedocle (Agrigento).

E’ accusato del reato di traffico e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, i militari del Nucleo Operativo, a seguito di una mirata attività info-investigativa, hanno proceduto “ad un attento controllo di alcuni dei passeggeri di un autobus di linea proveniente da Palermo, fermatosi nella centralissima via Mazzini”.

Alla vista dei militari , Restivo “ha assunto un atteggiamento sospetto, tale da destare l’attenzione dei Carabinieri, decidendo di darsi alla fuga per cercare sfuggire ad un eventuale controllo”, raccontano i militari.

Nel corso di un breve inseguimento a piedi, l’operaio empedoclino ha tentato di disfarsi dello stupefacente, ma è stato raggiunto e bloccato dai Militari dell’Arma. Sottoposto a perquisizione personale, il 37enne è stato trovato in possesso di 4 grammi di sostanza stupefacente del tipo eroina pura, suddivisa in 2 ovuli.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato condotto presso la Caserma dei Carabinieri di Licata e ristretto all’interno delle camere di sicurezza, in attesa dell’udienza di convalida, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, subito informata dai Carabinieri.