La vicenda dei turisti rimasti bloccati a Lampedusa finisce nell’aula di un tribunale. A darne notizia Francesco Tanasi, segretario nazionale Codacons che ha messo a disposizione la ”Task force sos turismo”, ossia un pool di avvocati che assisterà gratuitamente i malcapitati per ottenere il risarcimento per i disagi e i danni subiti.

Intanto dalla Siremar fanno sapere che è stato sistemato il guasto che ieri sera ha impedito alla nave traghetto di partire da Porto Empedocle per raggiungere l’isola. 

“Abbiamo tentato di ridurre al minimo di disagi dei passeggeri rimasti a terra -spiegano dalla Siremar- ci dispiace per i problemi che abbiamo causato loro ma sono tutti stati seguiti da noi, vitto e alloggio incluso”.

I problemi principali sono sorti per alcuni lampedusani che avevano impegni improrogabili tra la Sicilia e il resto d’Italia. Ma i posti disponibili sugli aerei erano pochi.

La nave traghetto partirà intorno a mezzanotte da Porto Empedocle e arriverà a Lampedusa domani mattina intorno alle 9 per poi ripartire alle 10.30 circa dall’isola.