Ancora vittime sulle strade siciliane. Due uomini hanno perso la vita in due incidenti stradali. Il primo schianto mortale si è verificato sulla Palermo-Mazara. La tragedia  è avvenuta ieri sera poco dopo le 22  allo svincolo di Villagrazia. A perdere la vita è stato Giuseppe Zerillo, cinquantenne di Cinisi.

L’impatto fatale si è verificato nella notte, intorno alle 22. L’uomo si immetteva con la sua Volvo Truck sulla A29, svincolo Villagrazia di Carini dalla Statale 113. L’incidente con il semirimorchio, il cui conducente è rimasto totalmente illeso, è stato impossibile da evitare.

Appena due settimane fa era stato un uomo di 46 anni, Michele Pecoraino, a rimanere ucciso con la sua moto dopo essersi schiantato contro il guard rail. Martedì invece sulla provinciale alle porte di Montelepre Angelo Candela, un giovane pizzaiolo di 24 anni, è morto andando a sbattere con l’auto contro un muretto di contenimento.

Il secondo incidente mortale si è verificato questa mattina, a Paceco, alle porte di Trapani. La vittima è Tommaso Bucaria, 81 anni, imprenditore, residente nella frazione trapanese di Rilievo. Viaggiava a bordo di una Alfa Romeo 156 che si e’ scontrata frontalmente con una Fiat Punto. L’anziano e’ deceduto sul colpo. Il figlio, Salvatore di 53 anni, agente di polizia penitenziaria, che era alla guida, e’ rimasto ferito.
In ospedale anche il conducente dell’utilitaria: Francesco Angileri di 21 anni.

La dinamica dell’incidente e’ al vaglio della polizia municipale di Paceco. E’ stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco di Trapani per tirare fuori il cadavere rimasto intrappolato tra le lamiere dell’abitacolo.