Con l’arrivo di febbraio siamo ormai entrati nel vivo dei festeggiamenti dedicati alla Santa Patrona della nostra città.

Il 3 febbraio ci sarà l’uscita della Carrozza del Senato e nella Basilica Cattedrale si svolgerà la tradizionale offerta della cera, che quest’anno non sarà curata dal maestro del fercolo, dai responsabili e dai collaboratori, ma è affidata alla cura della Cattedrale stessa nelle persone che aderiscono all’Associazione Sant’Agata in Cattedrale, che si occuperanno delle operazioni relative al busto reliquiario di Sant’Agata, allo scrigno e al fercolo.

Tante iniziative di solidarietà accompagnano la festa di Sant’Agata a Catania: il 5 febbraio, infatti, le offerte della colletta per il solenne Pontificale in onore di Sant’Agata saranno devolute per la realizzazione della mensa Caritas intitolata alla memoria del Beato Cardinale Dusmet, nel quartiere di Librino. Lo stesso vale per il ricavato tratto dalla cassetta delle offerte in Cattedrale durante i giorni della festa ed i proventi di un sorteggio sostenuto dagli “Amici del Rosario” e dalle “Associazioni Agatine” per la Missione Sant’Agata. Alle due raccolte si aggiunge anche quella promossa nella libreria “San Paolo” di via Vittorio Emanuele.

La mensa per i poveri sorgerà a sud-ovest di Catania, presso la parrocchia “Resurrezione del Signore” di viale Castagnola 4 a Librino. I lavori cominceranno in estate e potrà ospitare più di 200 persone. È proprio dall’esperienza pastorale di Don Piero Galvano, direttore della Caritas Diocesana e da dieci anni parroco di periferia presso la parrocchia “Beato Padre Pio da Pietrelcina” nel quartiere San Giorgio, è maturata la necessità di coinvolgere tutto il clero cittadino nel progetto di realizzare un’opera concreta di carità nella periferia etnea.

La mensa, infatti, mattone dopo mattone, sarà costruita anche grazie ad un piccolo contributo mensile dei sacerdoti e dei diaconi della Diocesi, che in piena libertà hanno aderito all’iniziativa. Tutta la Chiesa catanese a nome dell’Arcivescovo Gristina ha condiviso le intenzioni della Caritas Diocesana e in pieno accordo con il parroco della Cattedrale, Mons. Barbaro Scionti, ha promosso la raccolta fondi a favore dell’opera.

Domani sera  appuntamento in piazza Duomo per i tradizionali fuochi della ‘sira tri’, lo show piromusicale curato da Alfredo Vaccalluzzo che si preannuncia particolarmente spettacolare.