“Sono davvero tanti 1.600 emendamenti presentati al Bilancio. Dovremmo dare il tempo di valutarli prima di procedere. Ma sono certo che finiremo in Commissione entro domani sera”. E’ ottimista il presidente della Commissione Bilancio, Nino Dina nonostante la pioggia di emendamenti al testo che arriva all’esame della commissione finanze dopo esser passato dalle commissioni di merito.
Il compito di Dina e degli altri parlamentari sarà gravoso anche perché, come ha già dichiarato il presidente della seconda commissione, si tratterà di “riportare ordine fra i disequilibri finanziari intervenuti” dopo l’approvazione di alcuni emendamenti che hanno tagliato alcune previsioni di entrate senza rispettare poi i saldi contabili che è la richiesta avanzata dall’assessore regionale al bilancio, Luca Bianchi.

Gli emendamenti, divisi in tre corposi volumi, sono stati presentati negli uffici ieri alla scadenza prevista delle 10. Dina si dice “ottimista” seppure “consapevole del lavoro che c’è da fare”. Il Presidente della seconda Commissione si dice poi “preoccupati” che ci siano “incomprensioni con la piazza”. Proprio questa mattina davanti a Palazzo dei Normanni ci sono i dipendenti della Formazione, quelli di Trinacria Social e i forestali. “Bisogna concentrarsi sulle cose essenziali che vanno garantite – dice ancora – Poi il resto verrà”.