“Noi diciamo basta, e basta al governatore lo diranno sopratutto i siciliani che il prossimo 26 ottobre, al compimento dei 2 anni di legislatura, saranno chiamati ad esprimere il loro malcontento contro questo disastroso governo con una mozione di sfiducia popolare”. La proposta arriva dai deputati regionali del Movimento 5 Stelle che a Palazzo dei Normanni hanno annunciato “lo sfiducia-day” contro il governatore Crocetta che “vedrà il coinvolgimento della piazza con una mega raccolta di firme, che andranno a corredo di quelle raccolte dalla mozione Cinquestelle”.

Secondo il gruppo di M5S all’Ars, “Crocetta ha prodotto disastri praticamente ovunque ha messo le mani: dal Muos, alla Formazione, alle trivelle, passando per le partecipate, il mutuo miliardario, il caso Terna, l’accordo con lo Stato per la rinuncia ai contenziosi, fino al clamoroso flop del click day, per non parlare dei continui rimpasti e delle leggi finanziarie falcidiate a ripetizione dal Commissario dello Stato”.

I deputati grillini si sono detti disponibili a firmare la mozione di sfiducia annunciata dal capogruppo di Forza Italia, Marco Falcone, ma non risparmiano la stoccata: “Siamo pronti a firmarla, ma non ci fidiamo – si legge in una nota -. Ormai abbiamo capito quali sono i giochi di Palazzo e siamo convinti che quest’aula non voterà mai il proprio scioglimento”.