”E’ mio dovere adoperarmi perchè si esprima uno sforzo condiviso”, per consolidare le istituzioni democratiche in Italia.

Lo ha detto Giorgio Napolitano a Tel Aviv, dove ha ritirato il premio israeliano ‘Dan David’. ”Neppure in Italia – ha detto il capo dello Stato – la democrazia può considerarsi compiuta e vitale una volta per tutte, ma richiede attente cure”.

Alla cerimonia Napolitano è stato accompagnato dal presidente israeliano Shimon Peres. Oggi incontrerà a Betlemme il presidente palestinese Abu Mazen.