Si accende il mercato rosanero, dopo l’acquisto di Vitiello la società è intenzionata a fare altri due acquisti mirati per rinforzare l’organico. Il Palermo cerca infatti un terzino sinistro che possa alternarsi con Daprelà (piacciano Masbah e Lopez) e un regista di centrocampo alla Lodi. E’ ormai certa infatti la cessione di Bacinovic che piace molto al Modena. Dopo il no per Baselli, tornano in auge i nomi di Maresca e Della Rocca, oltre che quelli dei granata Gazzi e Vives.

In uscita Abel Hernandez piace alla Fiorentina, ma i rosanero non sembrano intenzionati a privarsi del bomber uruguaiano:

Come sempre siamo presente e attivi -ha detto il vice presidente del Palermo Guglielmo Micciché – Obiettivamente, rispetto all’ultimo anno, siamo in una posizione più tranquilla. Lo scorso anno abbiamo dovuto ricostruire con risultati poco brillanti, quest’anno siamo in una situazione diametralmente opposta”.

Sul fronte mercato e di una possibile cessione di Morganella il vice presidente ha detto: “Tutto è possibile, qualcuno deve uscire. Non dimentichiamoci le liste bloccate. Vitiello potrebbe anche fare il centrale per lasciare Morganella e Pisano esterni. Tutto può succedere, l’importante è non farsi prendere dalla fretta che lo scorso anno ci ha fatto fare un mercato pessimo. Con Vitiello dovremo fare un’uscita. Valuteremo tutto, purtroppo siamo costretti a fare questo tipo di operazione”.

Infine a violanews, il numero due rosanero ha commentato le voci riguardanti un possibile interessamento della Fiorentina per Abel Hernandez: “Per noi Abel è incedibile, quindi non parleremo di mercato con la Fiorentina. I rapporti tra noi e la società viola sono ottimi, è vero, ma il Palermo in questo momento non si può privare di Hernandez.

Mi dispiace molto per Pepito Rossi, è un patrimonio del calcio italiano, sono convinto che Pradè e Macia sapranno trovare le alternative. So che Hernandez è apprezzato a Firenze però l’atteggiamento della nostra società è sempre stato chiaro a proposito perché il nostro obiettivo è quello di tornare in serie A“.