La Lega Nord oltre che a Brescia e a Treviso perde, moralmente, anche ad Alimena, comune madonita nel Palermitano. Non ce l’ha fatta a riconfermarsi il sindaco uscente Giuseppe Scrivano che alle elezioni politiche era tra i candidati di primo piano della lista del partito padano in Sicilia. Gli soffia il posto per una manciata di voti il suo ex vice sindaco Alvise Stracci, che ha rotto col sindaco il primo febbraio, proprio dopo la svolta padana di Scrivano. 

nel piccolo comune madonita, parte di quell’amministrazione, così adente nell’approcciarsi al progetto (molto)sud-padano, rassegnava le proprie dimissioni.

La lotta anti leghista ha pagato e Stracci è stato eletto sindaco 706 voti, il 52,65% delle preferenze. Settantuno in più di Scrivano che si è fermato a quota 635, equivalente al 47,35%,

Oltre che con la scelta di campo politico mal sopportata da molti suoi concittadini che lo avevano scelto come primo cittadino 5 anni fa, Scrivano ha dovuto fare i conti con le recenti indagini apaerte suo carico su un presunto caso di compravendita di voti.   

clap