Duecentosessantadue volte no. In difesa del posto di lavoro dei colleghi Accenture di via Ugo La Malfa, gli operatori dei call center sono invitati a partecipare a una fiaccolata alla quale prenderanno parte anche le sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil.

Nella giornata di ieri era avvenuto solo l’ultimo degli atti di protesta da parte dei lavoratori Accenture, con il sit in davanti la sede dell’assessorato regionale al Lavoro. Prima ancora, appelli al governo regionale, la protesta a Roma e l’occupazione della loro sede di lavoro.

Il raduno è previsto per giovedì 4 dicembre dalle ore 17,30 in piazza Pretoria, da dove muoverà un corteo per chiedere certezze occupazionali dopo la decisione di porre in mobilità i lavoratori Accenture, in seguito alla disdetta anticipata della commessa British Telecom e al mancato raggiungimento di un accordo a tutela del loro posto di lavoro.

L’invito è esteso a tutti i cittadini ed è volto a mantenere alta l’attenzione su un settore, quello dei call center (da Accenture ad Almaviva), a rischio eppure vitale per migliaia di famiglie a Palermo.