La “Vucciria”, il capolavoro del maestro bagherese Renato Guttuso, lascia la Sicilia. L’opera parte alla volta di Milano dove sarà esposta insieme ad altre opere che riguardano la cultura del mangiare e che sono state scelte per rappresentare l’italianità in occasione di Expo. Cominciano le operazioni di spostamento della tela quadrata, grande tre metri per tre, che sarà temporaneamente sostituita da una fotografia ad altissima definizione realizzata da Enzo Brai.

Il trasloco della tela sarà l’occasione per presentare le iniziative dell’Ateneo per l’Esposizione internazionale e in particolare l’App “Vuccirì”, una fra le prime App accademiche di divulgazione scientifica e culturale, attraverso la quale si potra’ navigare dentro il quadro di Guttuso.

“Vuccirì” è stata progettata e realizzata da InformAmuse, spin-off accademico dell’Università di Palermo specializzata in soluzioni ICT per informare divertendo, in collaborazione con Sintesi, la società in-house providing dell’Ateneo palermitano.