Sarà uno schioccare di baci, il suono del flashmob “Bacio libera tutti” di oggi, nel bel mezzo della parata del Palermo Pride. Un evento spontaneo, semplice, per i diritti civili e per dire no all’omofobia.
Intanto hanno prestato il loro volto alla campagna fotografica di sostegno posando per un #BacioLiberaTutti il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’assessore Giusto Catania, la consigliera Luisa La Colla, l’attrice Sandra Ceccarelli, il cantante Daniele Silvestri, il presidente Arcigay Paolo Patanè, Alessandro Rais, Giovanni Lo Monaco, Pina Maisano Grassi, Erasmo Palazzotto, Cirus Rinaldi, Rashid Berradi, Sergio Lima, Le Malerbe, Titti De Simone, Luigi Carollo e moltissimi altri cittadini.

Un flashmob al bacio pubblico, semplice, gioioso. Perché l’orgoglio di esserci appartiene a tutti, senza distinzioni. Il sottotitolo di questa iniziativa è “Un bacio ci salverà!”, lanciata dalla ‘scrittora’ Daniela Gambino e dalla giornalista Rossella Puccio per manifestare pacificamente a favore dei diritti civili (diritti di tutti), contro l’omofobia, le discriminazioni di genere che creano distanze tra le persone e generano violenza e odio. Per questo la scelta del brano Fuck You, durante il flash mob, scritto da Greg Kurstin e Lily Allen, che ne è anche l’interprete, in cui si affronta proprio il tema dell’omofobia.

Il flashmob avverrà al momento in cui il corteo attraverserà via Roma, altezza Poste Centrali. Orecchie bene aperte, al segnale convenuto, un lungo fischio, partiranno le note del pezzo Fuck you radunatevi per il bacio, al secondo fischio: preparatevi correte accanto a chi bacerete, magari cominciate ad abbracciarlo, mettete le braccia sulle sue spalle, al esempio, al terzo fischio e allo sventolare di un accessorio fucsia (foulard o cosa più vi piace) baciatevi!

Rimanete incollati per almeno dieci secondi, fino a quando sentirete un ulteriore fischio, poi si griderà “Bacio Libera Tutti!” a cui seguirà un battere ritmico di mani, tre volte, che segnerà la fine del flashmob e l’inizio di una tarantella siciliana per celebrare un altro momento del Folk Pride (organizzato dal PAF – Palermo Anima Folk. Su facebook la pagina ufficiale).

L’iniziativa intanto corre sul web, le adesioni (anche virtuali, scambiate l’hashtag #bacioliberatutti) si sono raccolte su facebook. Si può partecipare all’iniziativa a distanza spedendo un bacio in foto o clip video di pochi secondi a bacioliberatutti@gmail.com.

La proposta ha già raccolto consensi e approvazione da parte di altre città d’Italia in cui sono previsti cortei per il giorno dell’orgoglio lgbtq. Da Napoli in poi i baci per i diritti saranno trasmessi in contemporanea attraverso lo scambio di immagini sul canale Youtube e sulla pagina Facebook realizzata in occasione dell’iniziativa.

ve.fe