Storie da Far West da San Fratello, in provincia di Messina: la miseria avanza e ladri di bestiame entrano in azione. Braccati dai Carabinieri, i malfattori avrebbero abbandonato gli animali successivamente ritrovati dalle forze dell’ordine e restituiti al legittimo proprietario.

Cinque capi di bestiame sono stati trovati a Monte Nuovo di San Fratello e restituiti al legittimo proprietario dai Carabinieri. Si tratta di tre bovini adulti, un vitello e una capra; per un valore commerciale di 5mila euro circa.

La scomparsa dei suddetti animali da fattoria è avvenuta nella notte, ignoti malfattori li avevano asportati da un’azienda agricola del posto; approfittando dell’assenza di vigilanza da parte dell’allevatore. Con un’azione congiunta i Carabinieri delle Stazioni di Caronia e di San Fratello sono riusciti a trovare il bestiame.

Il risultato è il frutto di un’intensa attività, avviata da giorni dai due comandi dell’Arma, che ha posto in essere un sinergico controllo del territorio anche in orario notturno e facendo ampio ricorso alle pattuglie in abiti simulati; intervenendo soprattutto nelle zone boschive confinanti fra i due centri.

Infatti, le forze dell’ordine, ritengono che il ritrovamento possa essere ricondotto all’azione di ladri di bestiame che, braccati dall’insistente attività dell’Arma, hanno deciso di abbandonare il bottino per non essere arrestati e quindi darsi alla fuga nei boschi di notte.

Con estrema competenza, infatti, i Carabinieri (utilizzando la storica, meticolosa, capillare conoscenza del territorio) hanno avviato i servizi preordinati puntando a circoscrivere l’area. Ed è così che hanno chiuso, alle prime luci del mattino, ogni via di fuga ai ladri di bestiame, finendo per impedire che i capi, in movimento, da San Fratello lasciassero il centro.

Il lieto fine è tutto nella gioia dell’allevatore che, questa mattina, non ha avuto il tempo di rendersi conto del maltolto, perché i Carabinieri gliel’hanno restituito repentinamente.