Lady Gaga dice NO ai grandi magazzini Target.
I magazzini, che da anni sostengono delle politiche contro le comunità lgbt, hanno proposto alla cantante la distribuzione in esclusiva dell’album “Born this way”.
Lady Gaga, prima di firmare il contratto ha chiesto espressamente ai vertici della Target di impegnarsi pubblicamente al sostegno delle comunità Lgbt.
La promessa da parte dell’azienda non è stata mantenuta, così Lady Gaga ha fatto marcia indietro stracciando il contratto.