Il presente e il passato musicale di Luca Madonia si sono incontrati sabato sera sul palco di MusicaMilo, rassegna organizzata dal Comune e affidata alla direzione artistica di Franco Battiato.

Un pubblico delle grandi occasioni ha accolto il cantautore catanese, che ha fatto tappa a Milo per presentare dal vivo il suo nuovo album intitolato “L’alieno”, come la canzone cantata al Festival di Sanremo assieme al maestro Battiato che sabato sera ha replicato il duetto.

Grande emozione ha suscitato la parte conclusiva del concerto. Sul palco insieme a Luca Madonia sono saliti Mario Venuti e Toni Carbone, due ex componenti dei Denovo, per far rivivere un classico della band catanese degli anni Ottanta, “Non c’è nessuno”. Che siano le prove generali di una reunion?

Madonia ha rivisitato il suo repertorio cantando con l’accompagnamento del quartetto d’archi del maestro Andrea Di Cesare e del batterista Ruggero Rotolo. In scaletta oltre a “L’alieno” anche “La consuetudine”, “Il vento dell’età”, scritta per il figlio, una cover dei Beatles (“Blackbird”). “Grida” dei Denovo e “La notte dell’addio” scritta da Alberto Testa e cantata da Madonia a Sanremo 2011 nella notte dedicata alla musica italiana in occasione del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia.

Nell’ultimo lavoro del cantante catanese emergono la sensibilità musicale, l’ironia e la scrittura lieve ed originale.

Il concerto era inserito nella rassegna Milochesuona, kermesse curata da Otr Live e dedicata ai grandi autori della musica live italiana, che quest’anno è stata inglobata per la prima volta nel cartellone dell’Estate milese.