Dopo la nostra denuncia, pubblicata stamane da BlogSicilia, delle degradate condizioni di via Pandora a Partanna Mondello, trasformata in discarica a cielo aperto, è giunta alla nostra redazione una nota di precisazione di Amia, che vi riportiamo integralmente:

“Trattasi di una discarica con diverse tipologie di rifiuti: misti, ingombranti, speciali, sfabricidi, amianto, quindi, l’intervento sarà molto articolato e dovrà essere effettuato in sinergia con il Comune di Palermo per quei rifiuti, come l’eternit e sfabricidi, che come sapete non possono essere rimossi dall’azienda. Per la prossima settimana già è programmato un intervento straordinario nel sito da voi segnalato per quanto di nostra competenza. Inizieremo, in primis, a togliere gli ingombranti, poi passeremo ai rifiuti misti e alla rimozione delle carcasse di animali. Successivamente disinfetteremo il sito ed effettueremo un’altra derattizzazione, oltre quella già calendarizzata ogni mese dal settore sanificazione”.

Nei prossimi giorni dunque, Amia e Comune faranno la loro parte per restituire a via Pandora il decoro urbano che spetterebbe di diritto ad ogni quartiere. Una notizia che la nostra redazione apprende con molto piacere, lo stesso degli abitanti di Partanna Mondello e di tutti coloro che quotidianamente si spendono per rendere più vivibile la propria città. Tra loro un plauso va certamente all’associazione di volontariato “Aiace Palermo” che ha sede proprio nella borgata marinara e che è impegnata su più fronti per la valorizzazione del quartiere.

Le loro segnalazioni, sempre puntuali, hanno più volte acceso i riflettori sul tema delle periferie, spesso dimenticate. Tanta buona volontà e la consapevolezza che l’aiuto di ciascuno può determinare grandi cambiamenti.
Noi aspettiamo intanto la rimozione della discarica di via Pandora, augurandoci che avvenga in tempi brevi e che gli abitanti della zona possano tornare a passeggiare sul lungo viale alberato piuttosto che doversi tappare il naso per sfuggire alla puzza di spazzatura.

ve.fe