Dopo le contestazioni dei cittadini di Lampedusa che hanno accolto al grido di vergogna e assassini, il premier italiano, Enrico Letta e il presidente della commissione europea, Manuel Barroso, hanno deciso di visitare il centro d’accoglienza sull’isola. Il programma della visita quindi è stato cambiato per la delegazione composta oltre che da Letta e Barroso anche dal ministro dell’Interno, Angelino Alfano, e dal commissario europeo per gli Affari Interni, Cecilia Malmstrom, che è entrata all’interno dell’hangar dell’aeroporto, dove si trovano le salme delle vittime del naufragio.

“Dovete andare al centro d’accoglienza – hanno gridato dalla recinzione dell’aeroporto ai delegati Ue e dell’Italia – vergognatevi. Dovete vedere le condizioni dei profughi. Assassini”.

“La visita a Lampedusa del presidente della Commissione europea Barroso e del presidente del Consiglio Enrico Letta è molto importante, perché le istituzioni italiane ed europee vedano da vicino l’entità della immensa tragedia che si e’ consumata”. Lo afferma il sindaco dell’isola, Giusi Nicolini, che sottolinea le tappe al molo Favaloro, “dove finora sono stati scaricati 287 morti e altri ne arriveranno” e al centro di accoglienza che “ospita quasi mille persone, tra cui ben 160 minori non accompagnati, che non possono contare su un’accoglienza dignitosa”.

Dure la parole del sindaco: “Il governo italiano credo debba chiedere scusa ai bambini e ai sopravvissuti per come il nostro Paese li sta trattando. Solo dopo che l’Italia si sarà assunta le sue responsabilità, allora, con una sola voce, potremo e dovremo chiedere all’Europa che si assuma le proprie, impegnandosi in un deciso cambio di rotta nelle politiche migratorie”.

Intanto dovrebbero terminare oggi le ricerche nel relitto. I sommozzatori hanno ripreso il loro lavoro nel peschereccio, dove però sono rimasti pochi corpi: cinque, al massimo dieci. Sono 288 i corpi delle vittime finora recuperati, 186 dei quali estratti dallo scafo che giace a circa 50 metri di profondità davanti alla costa dell’isola dei Conigli.