Non accadeva da due anni: la tartaruga marina ‘Caretta caretta’ è tornata a deporre le uova
sulla spiaggia dell’Isola dei Conigli, nella riserva naturale dell’isola di Lampedusa”, gestita da Legambiente Sicilia per conto della Regione siciliana. Il nido, contenente 82 uova, è stato scavato dalla stessa femmina che era stata marcata nel 2006 e che nel 2009 era tornata e aveva deposto in 5 diversi nidi.

Si tratta – si legge in una nota di Legambiente – di un dato importante che conferma, anche per il sito di Lampedusa, la fedeltà della specie al sito riproduttivo. La tartaruga è stata avvistata dal personale della riserva naturale, che ha provveduto a recintare e segnalare il nido per evitare ogni possibile danneggiamento da parte sia di eventuali predatori sia dei bagnanti. Il sito verrà costantemente sorvegliato per tutto il periodo di incubazione, circa 60 giorni, da addetti della riserva e da volontari di Legambiente.

La deposizione di Caretta caretta in Italia è un evento raro, a causa della mancanza di luoghi idonei. Per questo la spiaggia dei Conigli di Lampedusa, grazie agli interventi di conservazione realizzati in questi anni ed alla costante salvaguardia e protezione dei luoghi assicurata dalla Riserva, rappresenta un modello gestionale che garantisce il ripetersi del percorso riproduttivo della tartaruga.

eur