L’assemblea regionale siciliana ha respinto le dimissioni del deputato Pd Fabrizio Ferrandelli. un voto in questo senso era stato chiesto all’aula dal suo stesso partito, il Pd, anche in considerazione del fatto che gli sarebbe subentrato Francesco Riggio sotto processo per lo scandalo della Formazione.

Adesso Ferradelli ha due possibilità: reiterare le proprie dimissioni come irrevocabili oppure accettare la decisione del Parlamento e rientrare nei ranghi.

Ma per parte sua Ferrandelli ribadisce su twitter “Non rientro nella casa del Grande Fratello. Sono loro che devono uscire. Mie dimissioni irrevocabili. A casa, al voto!”. Il deputato, dunque, presenterà la sua richiesta di dimissioni “irrevocabili e con effetto immediato da deputato regionale”.

Nel primo caso l’Ars non potrebbe più respingerle. Ma il partito chiederà, adesso, al deputato di non reiterarle proprio proprio in virtù del nome del subentrante chiarendo che il regolamento parlamentare non permette al partito di rinunciare alla surroga che avviene automaticamente