“L’Ato Palermo 5 uno dei cosiddetti virtuosi, comunica l’apertura delle procedure di licenziamento collettivo di tutti i 225 lavoratori, preliminari alla cessazione dello stesso Ato prevista per il 31 dicembre 2012, tutto, in attuazione della riforma dei rifiuti, altre situazioni dello stesso tipo stanno per verificarsi in queste ore nei territori della provincia Messina, di Catania, Agrigento”. Lo comunicano i segretari regionali Dionisio Giordano di Fit Cisl Ambiente, Claudio Di Marco di Fp Cgil e Gianni Acquaviva, di Uiltrasporti.

Secondo i sindacati “appare ormai abbastanza evidente che sul settore dei rifiuti, l’effetto annuncio del governo regionale, senza un concreto e reale confronto con le parti sociali, lascia il settore totalmente allo sbando e a pagare sono i lavoratori”.

I sindacalisti chiedono al presidente della Regione Rosario Crocetta una convocazione e avvertono che in caso contrario sarà avviata “immediatamente un’azione di protesta con sit-in permanenti davanti Palazzo d’Orleans dei lavoratori di tutti gli Ato”.

clap