Dopo aver percorso le vie del centro storico di Palermo, paralizzando il traffico cittadino, i lavoratori della Gesip, gli autonomi dei centri sociali, i precari, disoccupati, senza casa, famiglie e studenti stanno bloccando corso Tukory con una manifestazione non autorizzata.

Una delegazione di manifestanti ha chiesto un incontro a Palazzo d’Orleans. Giornata di passione per gli automobilisti palermitani. E’ appena partito, da piazza Pretoria, un corteo dei lavoratori della Gesip e degli autonomi dei centri sociali.

L’obiettivo spiegano i manifestanti è di dirigersi in centro “con l’intento di paralizzare la città”. Secondo gli organizzatori sono 3 mila le persone che stanno partecipando all’iniziativa. Uno striscione ha aperto il corteo con la
scritta “Sciopero sociale: operai, precari, disoccupati, studenti contro la crisi”.

clap