Rischia di andare perduto il finanziamento europeo di 196,8 milioni, destinato all’autostrada Siracusa-Gela. I lavori per la costruzione dei tre lotti dell’arteria autostradale sono fermi per la mancata consegna da parte del Consorzio Autostrade Siciliane, in seguito ad un ricorso al Tar e non si intravede all’orizzonte alcuna possibilità di far ripartire i cantieri.

A lanciare l’allarme è Santino Barbera, segretario generale della Filca Cisl Sicilia che ribadisce la necessita’ di completare “questa grande infrastruttura in costruzione, a spizzichi e bocconi, da quarant’anni e indispensabile per lo sviluppo di un’area come quella ragusana che paga a caro prezzo il trasporto delle propri produzioni grazie proprio alla mancanza di assi viari nei mercati nazionali.

L’assenza di decisioni sul da farsi da parte delle istituzioni – aggiunge Barbera – mette a repentaglio l’intera opera che dovrebbe essere consegnata entro il termine ultimo del 31 dicembre 2015. A causa della lentezza e dell’indecisione e dell’insipienza burocratica e amministrativa al territorio ragusano rischia di andare il triste primato di essere l’unico, tra quelli siciliani, a non avere neanche un chilometro di autostrada”.