Lavoro, buona comunicazione un corretto utilizzo dei fondi comunitari. È questa l’idea di Europa della candidata al parlamento di Strasburgo, Michela Giuffrida, la giornalista, direttrice del telegiornale di Antenna Sicilia, si presenta alla competizione elettorale come indipendente nella lista del Pd ed è sostenuta dal movimento Articolo 4.

“L’Europa deve diventare veramente di tutti – sostiene la giornalista. – Soltanto attraverso la creazione di nuovi canali di collegamento e comunicazione . Il primo punto del mio programma elettorale, non a caso, è fare informazione anche in Europa per sfruttare meglio in fondi europei in Sicilia”.

Michela Giuffrida è consapevole della “minaccia grillina” che incombe sul Pd. L’esito del voto europeo in Sicilia potrebbe determinare un netto predominio del Movimento 5 Stellesui democratici dilaniati da contrapposizione interne “In questa campagna elettorale ci sono due partiti che si fronteggiano: il partito della rabbia che convoglia un voto di protesta che si contrappone a quello della speranza, costituito da coloro che credono nella ricostruzione dopo la crisi. Perché ricostruire si può. Certo i dissidi interni al Pd rischiano di pesare tantissimo, anche se da più parti si cerca di riportare un clima di pacificazione”.

Le urne diranno anche quale sarà il peso delle diverse componenti che in questo momento compongono la maggioranza di governo alla Regione Siciliana. Articolo 4, forza politica che sostiene la candidatura di Michela Giuffrida al parlamento europeo, è una di queste. ” Articolo 4  – sostiene la Giuffrida –  ha sostenuto in modo disinteressato il governo Crocetta quando era necessario per il bene della Sicilia. Io credo nella forza di questo movimento politico per ché credo nella forza del lavoro, volere di base su cui si fonda Articolo 4″.