Aumenta ancora il numero dei disoccupati in tutta Italia e al Sud. Ma preoccupa in particolare il dato che riguarda le donne: il 41% è a spasso. In Sicilia il 23,7% delle donne è senza lavoro contro il 16,5% degli uomini.

I condannati al riposo forzato nel Bel Paese salgono del 4,1% rispetto al maggio 2013 a quota 3 milioni e 222 mila persone. Quindi, secondo l’Istat, anche a maggio la roccaforte dei numeri tira fuori uno dei soliti verdetti in nero: il tasso di disoccupazione è salito al 12,6%.

Leggerissimo miglioramento del dato sull’occupazione dei giovani che è al 43% (-0,3 punti), ma comunque resta oltre il livello di guardia.

Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, prova però a vedere il bicchiere mezzo pieno: “A maggio gli occupati sono 22,36 milioni, in aumento dello 0,2% rispetto ad aprile (+52.000). Queste prime righe del comunicato dell’ Istat ci danno una buona notizia: stupisce che non le venga attribuito il giusto rilievo”.

Anche se poi ammette che “la situazione complessiva nel Paese resta, ovviamente, difficile”, ma, insiste, “non sarebbe corretto, però, non cogliere i segnali positivi che si registrano e che confidiamo possano consolidarsi nei prossimi mesi”.