Nessuna tregua ai responsabili dello scandalo delle partite truccate che ha coinvolto i vertici societari del Calcio Catania. Il presidente della Lega Calcio Serie B Andrea Abodi, dopo essere intervenuto questa mattina a Sky Sport 24, ritorna sull’operazione di polizia ‘I treni del goal’ che ha portato all’arresto di sette persone e con l’indagine a carico di 19 persone in totale.

“Assicuro che la Lega che rappresento – ha detto Abodi – come è già successo nell’ambito del procedimento penale attivato dalla Procura di Cremona, non darà tregua ai responsabili di queste nefandezze, perseguendoli in sede sportiva e penale. La prima reazione è sicuramente di dolore, perché lavoriamo ogni giorno per rendere più credibile il nostro contesto e per aumentarne la reputazione, e certe notizie fanno più male di una coltellata – prosegue in una nota Abodi, commentando l’inchiesta denominata ‘I treni del gol’ – Non mi basta sapere o pensare che la stragrande maggioranza dei club e dei giocatori sia pulita e corretta, perché basta un delinquente per mettere a repentaglio tutto e questo non è giusto”.

Sull’inchiesta riguardante il caso Catania, è intervenuto con una nota anche il club ‘Trapani Calcio’. “Apprendiamo con stupore dell’indagine svolta dalla Procura di Catania che vede coinvolti anche alcuni nostri tesserati. Fiduciosi e rispettosi del lavoro svolto dalla magistratura confidiamo che la vicenda possa risolversi nel più breve tempo possibile”.