Proseguono le attività del progetto europeo Wawes of citizenship, wawes of legality, promosso dalla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone e finanziato dall’EACEA (The Education, Audiovisual and Culture Executive Agency). I giovani provenienti da 10 Paesi Europei (Albania, Bulgaria, Croazia, Estonia, Grecia, Italia, Macedonia, Portogallo, Repubblica Ceca e Romania) si riuniranno a Bruxelles dal 15 al 17 settembre per prendere parte ad una serie di meeting con i rappresentanti delle principali Istituzioni impegnate nella lotta al crimine organizzato.

Per la terza tappa, due gli incontri in programma. Il primo, il 16 settembre, presso Eurojust a L’Aia, prevederà un meeting con Teresa Angela Camelio, primo assistente dello Stato Membro per l’Italia. Il secondo, il 17 settembre, comprende sia un meeting con Paulo Rocha Trindade, Amministratore presso la Direzione dei Lavori Legislastivi del Comitato delle Regioni di Bruxelles, sia la visita al Parlamento Europeo.

Il progetto, che ha preso il via durante le celebrazioni per le commemorazioni delle stragi di Capaci e via D’Amelio, nel mese di maggio scorso, ha come obiettivo principale la condivisione a livello internazionale di saperi ed esperienze in tema di legalità, attraverso il rafforzamento del ruolo della società civile nel fronteggiare e prevenire la criminalità organizzata.

I partecipanti saranno coinvolti in attività connesse alla promozione della cultura della legalità, l’impegno civico e la consapevolezza del ruolo dei cittadini verso la prevenzione della criminalità. La realizzazione dell’intero progetto si snoda lungo tutto l’anno in corso per concludersi nel giugno 2016.