Con Percorsi di Giallo e Noir di Sicilia la giornata di domani domenica 1 novembre, nell’ambito di Giallo al Castello. Festival del giallo e del noir di Sicilia, sarà interamente dedicata all’editoria dei generi letterari trattati nel corso della kermesse.

Il festival, curato da Fulvia Toscano e in svolgimento al Castello di Spadafora dal 25 ottobre scorso, costituisce il quinto appuntamento della rassegna Contemporary Art in Sicily.
Dalle 10.30 alle 19.00 si terrà la fiera del libro, con la collaborazione di Angelica Furnari della libreria Mondadori di Milazzo.

Ad animare l’evento saranno scrittori siciliani di romanzi polizieschi, thriller, gialli psicologici e storici, accanto ai rappresentanti delle case editrici che hanno dedicato grande spazio al genere giallo e noir, dalla messinese Mesogea alla palermitana Navarra Editore, passando per Manni Editore, Apertura a Strappo, Pungitopo e Newton & Compton. Tra gli autori presenti, Antonello Carbone, Igor Bivona, Giorgio D’Amato, Valentina Gebbia, per citare solo alcuni tra gli oltre trenta scrittori invitati a dialogare con i visitatori e a tenere reading dei loro romanzi.

Intanto, si sono conclusi ieri i laboratori creativi che hanno portato al Castello di Spadafora oltre sessanta allievi, impegnati a sperimentare un diverso approccio espressivo al genere giallo e noir.
Lunedì 26 ottobre si è svolto il laboratorio di fumetto “Noir Comics”, tenuto da Lelio Bonaccorso, fumettista e illustratore messinese tra i più apprezzati in Europa.

Mercoledì 29 è toccato al laboratorio di narrazione “Al di là della porta”, tenuto da Alberto Samonà, palermitano, giornalista e autore di saggi, spettacoli teatrali e romanzi.
Venerdì 30, infine, si è svolto il laboratorio di teatro “Nero su Nero”, guidato da Vincenzo Tripodo, regista e autore teatrale e cinematografico con un’esperienza decennale negli Stati Uniti.

Con il seminario “Alle origini dell’inchiesta”, nello stesso pomeriggio di venerdì, si è svolto un approfondimento su Leonardo Sciascia. All’incontro, coordinato da Fulvia Toscano, hanno partecipato Katia Trifirò, cultrice di letteratura all’Università di Messina, e Salvatore Picone, assessore alla cultura del Comune di Racalmuto.

Il Festival Giallo al Castello si concluderà lunedì 2 novembre, con la chiusura della mostra “Un anno in giallo e noir in Sicilia”, il percorso attraverso i volti e le opere di dodici degli autori siciliani di gialli che hanno contribuito all’affermazione del genere in Italia e alla creazione di una vera scuola del noir siciliano.

Contemporary Art in Sicily – Spadafora è una rassegna voluta dal sindaco di Spadafora, Giuseppe Pappalardo; dal consigliere e supervisore Antonio D’Amico; da Ranieri Wanderlingh, ideatore e consulente artistico del progetto; gli eventi organizzati all’interno del Castello di Spadafora vedono la convenzione con la Soprintendenza ai Beni Culturali di Messina.

La rassegna è nata con lo scopo di promuovere e valorizzare il ruolo culturale e aggregativo di due luoghi simbolici per il territorio di Spadafora e per i comuni limitrofi, come il Castello e il Museo dell’Argilla, attraverso un’esplorazione dei diversi linguaggi e dei diversi codici dell’arte contemporanea siciliana.

È inserita in un progetto cofinanziato dall’Unione Europea e dalla Regione Sicilia (a cura dell’Assessorato Regionale ai Beni Culturali), nell’ambito dei fondi per lo sviluppo regionale nella linea d’intervento dedicata all’arte contemporanea. Il progetto comprende anche l’allestimento tecnico espositivo del piano terra del Castello Spadafora e del Museo dell’Argilla, con arredi e centro multimediale; l’arredo tecnico del nascente “Museo Forma” con impianto di video sorveglianza, parcheggio e cura del verde, e la realizzazione di prodotti culturali video e digitali.