“Da tempo chiediamo la razionalizzazione degli istituti siciliani: ben ventisette. Alcuni di questi sono inefficienti come per esempio quelli di Modica, Mistretta, Nicosia e Marsala. Nel 2013 chiuderà anche l’ospedale psichiatrico giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto, anche se per questo istituto abbiamo chiesto che venga riconvertito in casa di lavoro o addirittura in casa circondariale”, a sostenerlo è Mimmo Nicotra vice presidente dell’Osapp, il sindacato della polizia penitenziaria, commentando la notizia sullo ‘spending review’ per l’amministrazione della giustizia deciso dal ministro della Giustizia Paola Severino, secondo cui la “redistribuzione e riduzione della spesa dovrà andare a beneficio di quei settori che ne hanno maggiore necessità”.

Secondo Nicotra, per quanto riguarda Catania, con la ristrutturazione dell’ultima sezione detentiva la casa circondariale di Catania sarà “praticamente nuova”; “nei giorni scorsi – aggiunge Nicotra – hanno consegnato pure la caserma agenti nuova totalmente ristrutturata”.

Nicotra ricorda inoltre che a Catania è stata cancellata la nuova casa circondariale a Catania prevista dal piano carceri, nel piano però saranno costruite due nuove sezioni presso la casa circondariale di Catania Bicocca. Sarà probabilmente spostata a Giarre la sezione che ospita i minori.