Ancora proteste a Catania. Ieri nel centro storico, si è tenuto il sit-in promosso dai sindacati, domani invece scenderà in piazza il comitato Casa X tutti.

Il 23 dicembre alle 18.00, partirà da via Etnea una fiaccolata per il diritto alla casa, con la speranza di riportare l’attenzione sul problema degli sfratti. La manifestazione segue quelle già avvenute lo scorso weekend a Bologna e a Messina, dove le strade sono state riempite di striscioni con un chiaro messaggio: “Apriamo le porte al diritto alla casa”.

Dopo gli episodi di Calatabiano, sono tante le associazioni che si sono mobilitate per sostenere la causa. Ieri, si è tenuto un sit-in, organizzato da S.U.N.I.A, S.I.C.ET e U.N.I.A.T con la collaborazione di Cgil, Cisl e Uil, per chiedere alle istituzioni di destinare una somma adeguata per risolvere il problema e per assistere gli sfrattati, con la riqualificazione di immobili non utilizzati.

Una vera emergenza che coinvolge Catania e provincia, con circa 800 nuclei familiari che, ogni anno, perdono a propria abitazione. Complice della situazione sicuramente la crisi economica, che ha portato alla perdita di molti posti di lavoro, mettendo in difficoltà le famiglie.

La fiaccolata si svolgerà proprio nel giorno che precede la Vigilia, per ricordare che, almeno in questo periodo, tutti hanno diritto a una casa in cui poter trascorrere il Natale e magari anche l’inverno con serenità.