Dopo il caso di Roma è il tormentone del momento, ma rimane da sempre un cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle: quanto e come spendono i soldi gli amministratori locali e nello specifico i sindaci?

I militanti catanesi di M5S, insieme alla senatrice Nunzia Catalfo e alla deputata regionale Gianina Ciancio (nella foto), hanno analizzato i dati pubblicati online dall’amministrazione comunale di Catania ed è stata avanzata una richiesta di accesso agli atti, partita dal Senato della Repubblica e sottoscritta dalle due parlamentari del Movimento.

Secondo i grillini, infatti, il sito istituzionale del Comune, su questo tema come su altri, non dà informazioni esaurienti: “È interesse della collettività potere disporre di un prospetto dettagliato di tutte le spese che sono state sostenute dal sindaco di Catania dalla data del suo insediamento ad oggi e della copia di tutti i documenti, di natura fiscale e non, a riscontro degli importi indicati”, si legge in una nota.

I militanti di M5S hanno anche richiesto “tutti gli estratti dei conti correnti aperti presso qualsiasi istituto di credito (ivi inclusi quelli presso la Tesoreria), note contabili, riepiloghi e documenti assimilati relativi a tutti gli eventuali strumenti finanziari di pagamento utilizzati”.