Duro colpo al clan dei Lo Piccolo, a Palermo. Pene per quasi tre secoli di carcere sono state inflitte dalla quarta sezione del Tribunale di Palermo a 26 dei 32 imputati del processo “Addiopizzo 5”. Tutti sono ritenuti responsabili di estorsioni a commercianti ed imprenditori del capoluogo siciliano.

Le pene più dure sono quelle per i boss Salvatore e Sandro Lo Piccolo, a cui i giudici hanno inflitto 30 anni di reclusione ciascuno. Per gli altri, invece, pene che vanno dai 12 ai 15 anni di carcere. Cinque gli assolti, mentre per Giuseppe Nicoletti è stata dichiarata la prescrizione. L’accusa in giudizio era rappresentata dai pm Anna Maria Picozzi, Amelia Luise e Francesco Del Bene.

Riconosciuto il risarcimento danni alle associazioni antiracket costituitesi parte civile, alla Presidenza del Consiglio dei ministri, al ministero dell’Economia, alla Regione siciliana, a Confindustria Palermo e ai Comuni di Cinisi, Capaci e Terrasini.