Il suo “Naif Tour”, partito il 12 Ottobre da Milano,  è fittissimo di tappe in giro per l’Italia e non è un caso se ogni data è sold-out: stiamo parlando di un’artista di nome Malika Ayane, voce di velluto, carisma ipnotico, classe da vendere.

E se quando canta…incanta, possiamo garantire che il suono della sua voce è avvolgente anche quando parla, in questo caso raccontandosi ai microfoni di Rsc Radio Studio Centrale: “Sono veramente felice, è stata una stagione straordinaria e questo tour sta concludendo nel migliore dei modi questi due anni di intenso lavoro, soprattutto attraverso l’entusiasmo e l’emozione della gente”.

Il suo tour è stato definito onirico e surreale, a questo proposito Malika spiega proprio le suggestioni che hanno in qualche modo contribuito al tessuto dell’album e del tour, nel suo allestimento : “Il cinema di Kaufman sicuramente mi ha molto ispirata in questo senso , specie per la sceneggiatura del film Essere John Malkovich, quindi quel tipo di elementi surreali; ma anche il mondo del musical, grandi classici come Mary Poppins, che secondo me è stato davvero rivoluzionario”.

Nel mettere insieme questi elementi apparentemente così eterogenei pensi subito che “Naif” non potrebbe risultare titolo più azzeccato per il suo album, Malika trasmette proprio quel senso di leggerezza tutt’altro che banale: “In questo momento storico davvero complicato secondo me è un dovere cercare di guardare alla realtà nel modo più ingenuo e candido possibile, cercando di colorare il tutto , non negare gli aspetti negativi, ma cercare di focalizzarsi su come la realtà possa essere rappresentata in modo semplice e naturale”.

La sua voce è cristallina ed evoca mondi fatti di sogni e viaggi, quelli che così tanto ama e racconta attraverso le sue canzoni.

Tutti pronti ad ascoltarle il 26 Novembre al Teatro Cilea di Reggio Calabria , il 27 al Teatro Metropolitan di Catania e il 28 al Teatro Golden di Palermo.