Dopo oltre 75 anni, continua a far discutere la storia di Lina Vanessa Medina Vasquèz, la bambina che il 14 maggio 1939, a soli 5 anni, diede alla luce un bambino: in occasione del “compleanno” del figlio, Adnkronos ha riportato alcuni dettagli sulla vicenda della piccola peruviana, considerata la più giovane femmina ad essere mai divenuta madre.

Nell’articolo, vengono rivelati i dettagli di un’intervista, avvenuta il 31 maggio 1939, fatta dalla rivista scientifica “La Presse Mèdicale” a un medico di nome Edmundo Escomel: secondo il racconto, i genitori della bimba l’avevano portata nello studio del dottor Gerardo Lozada, pensando che il gonfiore abnorme sulla pancia di Lisa fosse in realtà una massa tumorale. ma è apparso quasi subito chiaro che in realtà, nonostante la tenera età, la bambina era incinta già di sette mesi.

Dopo averla portata a Lima per avere la conferma della gravidanza anche da altri specialisti, circa un mese e mezzo dopo Lina fu portata in sala operatoria per il parto cesareo e diede alla luce un maschio di 2,7kg che fu chiamato Geraldo Alejandro: vista la tenera età, il governo del Perù creò una commissione per la cura e la tutela del neonato, che morì a 40 anni, nel 1979, a causa di una malattia al midollo osseo.

Lina non rivelò mai chi fosse il padre né le circostanze del concepimento. La sua storia rimane però una delle più emblematiche e desta tutt’oggi dubbi e perplessità tra alcuni medici ed esperti.

 

LEGGI ANCHE:

Ha 18 anni, è alto 2,28 e calza il 60 

Passeggiano col cane e trovano un tesoro

Operaio di Palermo mangia riccio con tutte le spine