Le politiche di tutela dei beni culturali dell’Ottocento attraverso l’esperienza di Enrico Pirajno di Mandralisca. È il tema della conferenza che lo storico dell’arte Vincenzo Abbate terrà sabato 7 novembre alle 17 al museo Mandralisca di Cefalù.

La conferenza mette in risalto l’impegno civile del barone Pirajno, membro della commissione locale di Antichità e Belle arti e promotore presso il governo della necessità di un intervento di restauro sui mosaici della cattedrale di Cefalù. Durante i lavori di restauro, affidati a Rosario Riolo, Mandralisca incontrò Giovanni Battista Cavalcaselle (Legnago, 1819-1897), scrittore e critico d’arte, che gli scrisse da Termini Imerese il 31 gennaio 1860: “…Il solo Antonello da me veduto fino ad ora in Sicilia è il ritratto ch’Ella possiede…”.

La conferenza rientra nelle attività culturali programmate dalla Fondazione Mandralisca per il 151° anniversario della morte del barone, nell’ambito del progetto “Il barone Mandralisca di Cefalù, uomo del suo e del nostro tempo”. Le attività culturali del progetto hanno avuto inizio il 13 ottobre con l’inaugurazione della mostra, visitabile fino al 30 novembre 2015, “Dialogus Creaturarum Moralisatus” 31 libri libri d’arte in formato leporello, a cura di Antonina Greco.