“Tutino sia subito sospeso, il direttore generale di Villa Sofia non gli permetta nemmeno di accedere in ospedale”. Il M5S all’Ars chiede l’intervento immediato del direttore generale dell’Azienda ospedaliera Ospedali Riuniti Villa Sofia – Cervello dopo che al medico di Crocetta sono stati revocati gli arresti domiciliari .

“C’è – dice il capogruppo Giorgio Ciaccio – un provvedimento di sospensione della commissione di disciplina che non era stato notificato al medico solo perché questi era gli arresti domiciliari. Farlo ora, pertanto, è un atto dovuto”.

“Oltre che un atto dovuto – afferma la deputa alla Camera Giulia Di Vita – è un atto eticamente ineccepibile, le intercettazioni che sono state rese note in estate hanno svelato un mondo che ruota attorno al medico che rende Tutino incompatibile con incarichi direttivi, se non addirittura col camice bianco”.